Personale docente

Alberta Ferrarini

Professore associato confermato

CHIM/02

Indirizzo: VIA F. MARZOLO, 1 - PADOVA . . .

Telefono: 0498275682

Fax: 0498275050, 0498275135

E-mail: alberta.ferrarini@unipd.it

  • presso Dipartimento di Scienze Chimiche
    Sono in Dipartimento tutti i giorni dalle 9 alle 19, ma non sempre sono disponibile a causa di impegni didattici, accademici e scientifici. Consiglio quindi di prendere appuntamento via mail.

1983 Laurea in Chimica (110 e lode) - Università di Padova
Titolo della tesi: "Processi di rilassamento in tripletti eccitonici" (relatore prof. Pier Luigi Nordio)
1984 Perfezionamento in Matematica Applicata e Programmazione - Università di Padova
Titolo della tesi: "Su un probema di stabilità per sistemi di equazioni differenziali lineari"
(supervisore prof. Ubaldo Richard)
1985 Borsa di studio CNR - Institut fur Physikalische Chemie, Universität Stuttgart (gruppo del prof. Gerd Kothe)
1989 Dottorato di Ricerca in Scienze Chimiche - Università di Padova
Titolo della tesi: "Analisi conformazionale di catene alchiliche: proprietà statiche e dinamiche" (supervisore prof. Pier Luigi Nordio)
1988 Periodo di Ricerca - Baker Laboratory of Chemistry, Cornell University (gruppo del prof. Jack H. Freed)
1990 Ricercatrice di Chimica Fisica - Università di Padova
2000 Professore Associato di Chimica Fisica - Università di Padova

Attività di ricerca di tipo teorico-computazionale, mirata all'interpretazione molecolare di proprietà strutturali e dinamiche di fluidi complessi.
L'interesse e' rivolto a problemi nell'ambito della soft matter, e principalmente alla relazione tra la struttura molecolare e il comportamento dei sistemi a livello meso- e macroscopico. Particolare attenzione e' dedicata a fenomeni caratterizzati da sensibilità al dettaglio molecolare, di cui un esempio notevole e' rappresentato dalla propagazione della chiralità tra scale di lunghezze diverse. Interesse crescente riguarda le proprietà elastiche di fluidi strutturati, come cristalli liquidi e biomembrane.
L'attività di ricerca comprende sviluppi metodologici, la messa a punto di modelli e la loro implementazione in codici numerici, come pure l'applicazione a specifici sistemi. Allo scopo di collegare scale temporali e di lunghezze diverse, si utilizzano e si integrano vari metodi, per lo più di tipo meccanico-statistico: teorie di campo medio, teoria classica del funzionale della densità, equazioni di Fokker-Planck, simulazioni di Dinamica Molecolare e Monte Carlo, con modelli atomistici e "coarse grained", fino ad approcci di tipo quanto-chimico.
La ricerca si occupa di tematiche di interesse per la scienza dei materiali e di problemi di ispirazione biologica, quali:
- amplificazione della chiralità ed enantiodiscriminazione in fluidi ordinati;
- organizzazione e fasi non convenzionali in soluzioni di biopolimeri e di colloidi anisotropi;
- proprietà meccaniche ed elettro-ottiche di cristalli liquidi termotropici;
- permeazione e traslocazione di molecole attraverso membrane lipidiche;
- proprietà dielettriche di fluid anisotropi.

Sono disponibili tesi di tipo teorico e/o computazionale su vari argomenti nell'ambito dello studio della soft matter. Il lavoro potra' riguardare lo sviluppo metodologico o l'applicazione a specifici sistemi. Elemento comune e' il collegamento tra la struttura molecolare e il comportamento dei sistemi a livello meso- e macroscopico.
Esempi:
- Self-assembly, chiralita' e organizzazione macroscopica in sistemi di polimeri e di colloidi anisotropi (DNA, virus, aggregati supramolecolari).
- Proprieta' elastiche di cristalli liquidi non convenzionali e di membrane lipidiche.
- Struttura molecolare e organizzazione di monostrati organici su sueprfici e nanoparticelle.
Si contatti la docente per informazioni.