Personale docente

Carla Marega

Professore associato confermato

CHIM/04

Indirizzo: VIA F. MARZOLO, 1 - PADOVA . . .

Telefono: 0498275233

Fax: 0498275050, 0498275135

E-mail: carla.marega@unipd.it

Ha conseguito la laurea in Fisica nel 1985 presso L'Università degli Studi di Padova con la tesi di laurea "Modelli strutturali per il polipropilene isotattico”. Ha lavorato presso il Dipartimento di Chimica Inorganica, Metallorganica ed Analitica ( ora Dipartimento di Scienze Chimiche) dell'Università di Padova da 1986 al 1990 con una borsa di studio dell'Accademia Nazionale dei Lincei e dal 1990 al 1992 con una borsa di studio della Federchimica. Dal 1994 è Ricercatore Universitario di Chimica Industriale presso lo stesso Dipartimento nel GRUPPO DI RICERCA DI SCIENZA DEI POLIMERI L’attività di ricerca riguarda principalmente l'uso della diffrazione dei raggi X ad alto e basso angolo e della calorimetria differenziale a scansione nello studio morfologico e strutturale della cristallizzazione di polimeri sintetici e nanocompositi. Questo studio viene sviluppato, in collaborazione con alcuni laboratori dell'industria, per chiarire le correlazioni fra i parametri strutturali e le proprietà fisico-meccaniche dei materiali.

Marega C.,Causin V.,Saini R.,Marigo A. A direct SAXS approach for the determination of specific surface area of clay in polymer-layered silicate nanocomposites. THE JOURNAL OF PHYSICAL CHEMISTRY B 116,7596-7602 (2012),

Causin V,Marega C.,Saini R.,Neppalli R.,Ferrara G.,Adhikari R.,Marigo A. Structure-property relationships in heterophasic thermoplastic elastomers filled with montmorillonite. JOURNAL OF NANOSCIENCE AND NANOTECNOLOGY 12,3,1859-1870 (2012),

Neppali R,Marega C.,Marigo A,Bejgai MP.Kim HY., Ray SS.,Causin V. Electrospun nylon fibers for the improvement of mechanical properties and for the control of degradation behavior of poly(lactide)-based composites JOURNAL OF MATERIALS RESEARCH 27,10,1399-1409 (2012),

Marega C.,Causin V.,Neppalli R.,Saini R.,Ferrara G.,Marigo A. The effect of a synthetic double layer hydroxide on the rate of II -> I phase transformation of poly(1-butene) EXPRESS POLYMER LETTERS 5,12,1050-1061 (2011),

Neppalli R., Marega C.,Marigo A.,Bajgai MP,,Kim HI.,Causin V. Improvement of tensile properties and tuning of the biodegradation behavior of polycaprolactone by addition of electrospun fibers POLYMER ,52,18,4054-4060 (2011),

Neppalli R.,Causin V., Marega C.,Saini R.,Mba M.,Marigo A. Structure, Morphology, and Biodegradability of Poly(epsilon-caprolactone)-Based Nanocomposites POLYMER ENGINEERING AND SCIENCE ,51,8,1489-1496 (2011),

C. Marega, V. Causin, A. Marigo, R. Saini and G. Ferrara. Crystallization of a (1-butene)-ethylene copolymer in phase I directly from the melt in nanocomposites with montmorillonite. JOURNAL OF NANOSCIENCE AND NANOTECHNOLOGY ,10,3078-3084 (2010),

R. Neppalli, C. Marega, A. Marigo, M.P. Bajgai, H.Y. Kim, V. Causin. Poly(e-caprolactone) filled with electrospun nylon fibres: a model for a facile composite fabrication. EUROPEAN POLYMER JOURNAL , 46,968-976, (2010),

V. Causin, C. Marega, A. Marigo, R. Casamassima, G. Peluso, L. Ripani. Forensic differentiation of paper by X-ray diffraction and infrared spectroscopy. FORENSIC SCIENCE INTERNATIONAL , 197, 70-74, (2010),

Studio e caratterizzazione di polimeri di diverso tipo (di sintesi, biocompatibili, conduttivi) con particolare riguardo per l'aspetto morfologico e strutturale (cristallizzazione, morfologia lamellare, polimorfismo), in collaborazione con primarie aziende internazionali, come Basell Polyolefine, azienda leader nel settore.
L'indagine, condotta su scale diverse, permette di ottenere una visione globale e completa del polimero analizzato.
Infatti con la Diffrazione dei raggi X ad Alto Angolo (WAXD) si studia la struttura molecolare, il tipo di cella cristallina,la dimensione dei cristalliti, con lo Scattering dei raggi X a Basso Angolo (SAXS) e con la Microscopia Elettronica si indaga la morfologia lamellare e la Microscopia Ottica è ideale per osservare gli sferuliti.
Lo studio si completa con l'Analisi Termica (DSC e simultanea DSC-TGA).
Dai diffrattogrammi raccolti, per ottenere il grado di cristallinità, gli spessori lamellari e la distribuzione degli stessi ci si avvale di sofisticati programmi di calcolo.
Una volta determinati i dati di caratterizzazione in funzione dei parametri di processo o formulazione, si individua l’influenza di questi fattori sulla morfologia del polimero e sulle proprietà fisico-meccaniche, con l’obiettivo di ottenere una correlazione struttura-proprietà da impiegare nella progettazione dei materiali.